logo-thephair

The Phair – un neologismo che è un manifesto, sintesi di Photography e Fair – è un appuntamento annuale dedicato alla fotografia, all’immagine come evento concettuale prima che tecnico e descrittivo del reale.

The Phair si rivolge ad alcune delle più prestigiose gallerie d’arte contemporanea – e non necessariamente solo a quelle già specializzate in fotografia – che, in occasione della fiera, presentano dei progetti artistici legati al tema dell’immagine e opere create con materiale fotografico o video.​

The Phair è una fiera a inviti. Un’attenta scelta curatoriale garantisce la selezione di una proposta organica non suddivisa in temi e sezioni ma come un’unica esperienza espositiva; spazi espositivi uguali per tutti garantiscono un allestimento “sartoriale” più simile a una serie di mostre che a un impianto fieristico, fornendo nuove modalità di fruizione, conoscenza e valorizzazione delle opere proposte.

Comitato di Selezione

Antonella Berruti e Francesca Pennone
galleria Pinksummer, Genova
 
Emanuele Norsa
galleria Ncontemporary, Milano
Emilio Bordoli
collezionista, Como
 
Massimo Prelz Oltramonti
collezionista, Londra
Allegra Giudici, 
collezionista, Firenze
 
Francesca Simondi
galleria Peola Simondi, Torino

Comitato Curatoriale

Lorenzo Bruni
curatore indipendente, Roma
 
Sara Giuliattini
Pr e Comunicazione Polycopies,
Parigi
 
Carla Testore
critica d’arte curatrice indipendente, Torino
Alessandro Carrer
curatore indipendente, Torino
 
Luca Panaro
critico d’arte e curatore, Modena
Cristiana Colli
giornalista e curatrice indipendente, Ancona
 
Giangavino Pazzola
curatore indipendente, Torino

I cookies ci aiutano a fornire in nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra. Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.